Coronavirus e varianti, Caruso: “Quella inglese già prevalente nel bresciano”

In 7 casi su 10 tra i campioni dei tamponi analizzati dai laboratori degli Spedali Civili c'era la variante inglese.

(red.) Quasi una settimana fa, venerdì scorso 19 febbraio, il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Silvio Brusaferro aveva detto che la variante inglese al Covid-19 sarebbe stata prevalente e avrebbe soppiantato il ceppo originario nell’arco di alcune settimane in tutta Italia. Ma nel bresciano proprio la variante sarebbe già prevalente. Lo dicono i laboratori degli Spedali Civili che, analizzando campioni di tamponi, hanno verificato come in 7 casi su 10 di positivi ci sia proprio la variante inglese.

Questo è quanto riporta il Giornale di Brescia. Ma non solo nella nostra provincia, perché in tutta la Lombardia i campioni analizzati e risultati positivi alla variante sono aumentati di cinque volte in una settimana. Senza dimenticare che, sempre in Lombardia, è stata isolata anche una variante scozzese nel varesotto. Da questo punto di vista anche Arnaldo Caruso, che è anche presidente della Società italiana di Virologia, interpellato dal quotidiano bresciano sottolinea la velocità di contagio delle varianti.

Tanto che anche nel bresciano sono già emersi cinque di sudafricana e altrettanti di brasiliana. E se la variante inglese viene fermata dal vaccino, le altre sembrano essere più sfuggenti e resistenti. Non solo, perché si rischia con il tampone rapido di non scoprire la positività proprio a queste varianti e per questo motivo dallo stesso Caruso l’invito è quello di usare il più sensibile tampone molecolare.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.