Vaccino anti-Covid nelle aziende, nel bresciano almeno 184 disponibili

Sono stati inviati 300 moduli di partecipazione ai quali più della metà ha risposto. Si attendono anche altre.

(red.) La proposta di utilizzare le sedi delle aziende e attività produttive come luoghi dove effettuare le vaccinazioni anti-Covid per i dipendenti e i loro familiari sta incassando numerose adesioni in provincia di Brescia. Tra l’altro, questa idea era stata formulata anche dal sindaco di Brescia Emilio Del Bono in occasione dell’incontro in videoconferenza con la Regione Lombardia e tutti gli altri primi cittadini.

Nella nostra provincia più della metà di quelle che hanno ricevuto la proposta di disponibilità hanno risposto in modo positivo. In pratica, su 300 richieste giunte alle aziende, 184 hanno al momento già risposto rendendosi disponibili. Questo è quanto ha comunicato il presidente della Confindustria Brescia Giuseppe Pasini.

Una soluzione che viene ritenuta molto utile nella campagna di massa, anche per la facilità dal punto di vista dell’organizzazione. Ora, in attesa di capire se ci saranno altre adesioni, si aspetta anche la Regione per le linee guida, a partire da chi potrà somministrare le dosi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.