Vaccino anti-Covid in Lombardia, da oggi il numero verde per gli over 80

Più di 80 mila gli interessati nel bresciano. Da lunedì 15 le prenotazioni e da giovedì 18 iniziano somministrazioni.

(red.) Sul fronte della vaccinazione anti-Covid, entra in azione anche la macchina organizzativa per quanto riguarda la fase di inoculazione delle dosi agli over 80 in Regione Lombardia e quindi anche nel nostro territorio bresciano. A partire dalle 13 di oggi, sabato 13 febbraio, sarà attivo il numero verde 800.894545 con cui la categoria indicata potrà chiedere informazioni sulla campagna. E dal punto di vista bresciano, esclusi gli anziani già vaccinati perché residenti nelle case di riposo, saranno oltre 80 mila i soggetti interessati. La somministrazione inizierà giovedì 18 febbraio. E dalle 13 di lunedì 15 febbraio saranno aperte le prenotazioni anche attraverso il sito internet vaccinazionicovid.servizirl.it.

Ma per quelli più restii alla tecnologia, ci si potrà rivolgere anche alle farmacie e al proprio medico di famiglia, oltre che allo stesso numero verde. Eseguita la prenotazione, si verrà poi avvisati con un sms o una telefonata sulle indicazioni del luogo, giorno e orario per effettuare la prima dose. E proprio al momento della prima dose verrà fissato anche l’appuntamento per la seconda. L’obiettivo è di chiudere la somministrazione delle prime dosi entro il 29 marzo. I vaccini messi in campo sono quelli di Pfizer e Moderna che prevedono entrambi due dosi, di cui la prima (Pfizer) con richiamo a 21 giorni di distanza e la seconda (Moderna) a un mese.

Per quanto riguarda i luoghi di somministrazione, per quelli di Pfizer saranno impiegate le strutture del Civile, mentre per Moderna, che richiede misure meno stringenti di conservazione, verranno eseguita a domicilio dai medici Usca, medici di famiglia ed esercito solo per quelli che non sono in grado di muoversi da casa. A livello di programma, si prevede che da giovedì 18 febbraio a domenica 21 nel bresciano ci saranno 1.800 somministrazioni, dal 22 febbraio altre 6 mila, dall’1 marzo 10 mila, dall’8 al 22 marzo 42 mila e dal 29 marzo altre 13 mila.

Sul fronte delle vaccinazioni, nel frattempo, si è svolto un incontro dedicato tra la Regione e i medici dopo che questi avevano lamentato di non essere stati avvisati da questa campagna. Dal punto di vista dei numeri, in Regione dovrebbero essere oltre 6 milioni e mezzo le persone da vaccinare, di cui oltre 800 mila nel bresciano. Per raggiungere l’obiettivo di vaccinare tutti entro giugno si dovrebbero effettuare fino a 170 mila somministrazioni al giorno. Nel frattempo da lunedì 15 febbraio inizieranno le vaccinazioni anche per i volontari di Protezione Civile dopo l’incontro avuto con i sindaci lombardi e le organizzazioni di volontariato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.