Girelli (Pd): “Vaccino, siamo sicuri che esista il modello Bertolaso?”

(red.) Siamo sicuri che il piano vaccinale di massa, il cosiddetto modello Bertolaso, non sia l’ennesimo annuncio? Naturalmente non dubito che Regione Lombardia stia predisponendo un dossier ad hoc, ma vaccinare 10 milioni di persone significa mettere nero su bianco azioni, numeri di personale disponibile, luoghi fisici dove somministrare le dosi”, si chiede il consigliere regionale Pd Gianni Girelli. “E soprattutto come si fa a raggiungere gli anziani che vivono magari in posti isolati? Ricordiamoci che la Lombardia è vasta ed eterogenea e che le persone sopra gli 80 anni, probabilmente impossibilitate a lunghi spostamenti, non vivono solo nelle città capoluogo”.

“Invece che discussioni estenuanti, sfiancanti e davvero inutili”, prosegue Girelli, “si lavori con i territori e con i comuni per affrontare e risolvere questi problemi. La campagna vaccinale è una priorità per tutti, e tutti sono disponibili a confrontarsi e collaborare ad un vero piano. Nessuno è più disposto a sottoporsi a questo stillicidio di promesse e frenate. Aggiungo infine che non comprendo la posizione di colleghi che continuano, dall’inizio della pandemia, a sostenere che tutto procede per il meglio. Non sollevo polemiche pretestuose, chiedo però chiarimenti e indicazioni puntuali alle quali non si può rispondere con comunicati stampa. Servono dati, luoghi e date”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.