Fontana e la polemica sul vaccino: “Il ministero non valuta il piano lombardo”

Il governatore della regione lamenta che Roma ha rinviato senza motivo l'esame del cosiddetto modello Bertolaso.

Più informazioni su

(red.) Sul piano vaccini della Regione Lombardia, il cosiddetto modello Bertolaso, martedì è scoppiata l’ennesima polemica tra Milano e il governo nazionale. “Trovo incredibile che il ministero della Salute abbia deciso di bloccare la valutazione, prevista per oggi da parte del Cts, del piano vaccinale di massa della Lombardia”, ha dichiarato il governatore Attilio Fontana dopo che è stato rinviato l’esame.

“Il piano era stato inviato ieri, da me e dalla vicepresidente Moratti”, ha aggiunto Fontana, “come contributo lombardo e best practice da proporre anche a livello nazionale. Il piano vaccinale, coordinato da Guido Bertolaso, si propone infatti di vaccinare 10 milioni di italiani residenti in Lombardia, un sesto della popolazione nazionale. Riteniamo che il piano vaccinale sia una priorità per tutto il Paese e che non debba sottostare a logiche di parte”.

Evidentemente al ministero della Salute non la pensano così, perché hanno aggiornato il vecchio piano vaccini senza tener conto delle proposte che Milano ha inviato al Comitato tecnico scientifico nazionale. Forse perché in Lombardia, a differenza che nel Lazio e in altre regioni, non hanno dato prova di grande efficianza visto che ancora non sono nemmeno partite le vaccinazioni degli ultra ottantenni. E comunque il ministero ha promesso che ci sarà un esame “rapido e costruttivo” del piano lombardo , “purché in linea con le indicazioni del piano nazionale”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.