Vaccino anti-Covid, in massa tra fine marzo e aprile per 12 ore al giorno

Dal 24 febbraio si parte con gli over 80, ma si sta studiando anche la maxi campagna: sedi e personale.

(red.) Nella giornata di ieri, domenica 7 febbraio, diversi rappresentanti delle aziende sanitarie locali lombarde, compresa Brescia, si sono recati alla Fiera di Milano per la simulazione “cronometrata” con cui capire fino a quante vaccinazioni anti-Covid si potranno fare nell’arco della giornata in Lombardia. Un elemento certo è che il prossimo 24 febbraio inizierà la somministrazione per gli over 80 che nella nostra provincia di Brescia sono 80 mila.

Ma è chiaro che la grande sfida, epocale, sarà quella che si avvierà tra la fine di marzo e i primi di aprile, cioé la campagna di massa. Di sicuro un punto di riferimento sarà il grande centro di via Morelli a San Polo dove proseguiranno i tamponi drive-in in un’area, mentre una seconda sarà dedicata alle vaccinazioni.

Ma si sta studiando anche la composizione delle altre sedi in provincia. In ogni caso, l’idea è di fare vaccinazioni per 12 ore al giorno e che nel bresciano vorrebbe dire fino a 800-1.200 al giorno. Sempre che ci siano le fiale e il personale disponibile. E proprio per il personale si stanno anche cercando volontari.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.