Coronavirus, paura variante inglese nel bresciano. Circolare dal Ministero

Nel testo, riportato dal GdB, si raccomanda attenzione e una rete di laboratori per individuare le varianti.

(red.) Ogni giorno si lotta sul territorio e all’interno degli ospedali per evitare l’intensificazione della diffusione del Covid-19, oltre che assistere i pazienti purtroppo colpiti e che hanno dovuto ricorrere al ricovero nei reparti ordinari, se non in quelli di terapia intensiva. Una situazione che riguarda ovviamente anche la nostra provincia di Brescia dove, però, si aggiunge una preoccupazione in più: quella della variante inglese.

Nei giorni precedenti a martedì 2 febbraio il professore Arnaldo Caruso, presidente della Società italiana di virologia e a capo dell’istituto di Microbiologia e Virologia dell’ospedale Civile ha indicato come nel campione di tamponi che casualmente vengono analizzati a livello scientifico, in un caso su cinque sia emersa la variante inglese. E questo spiegherebbe il motivo per cui il bresciano sia l’unico territorio a livello regionale lombardo dove i nuovi casi positivi si mantengono sempre alti rispetto alle altre province.

E la presenza della mutazione, più trasmissibile ma non più letale, è stata confermata anche dall’Istituto Zooprofilattico. E su questo fronte ieri, lunedì 1 febbraio, come riporta il Giornale di Brescia, dal Ministero della Salute è arrivata una circolare a tutti i reparti di ospedale per raccomandare attenzione. Nello stesso documento si fa riferimento al fatto che però non ci sarebbe un rischio di ricontrarre il virus per quanti sono già stati colpiti e poi guariti. Ma si chiede anche di formare una rete di laboratori per individuare subito e isolare eventuali varianti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.