Coronavirus, due bresciani al tavolo tecnico nazionale di sorveglianza

Arnaldo Caruso e Francesca Caccuri tra i primi in Italia a isolare il ceppo originale del Covid-19 nel bresciano.

(red.) L’ufficio del viceministro alla Salute Pierpaolo Sileri sarà il punto di riferimento di un tavolo tecnico nazionale per la sorveglianza viro-immunologica delle infezioni emergenti connesse al Covid-19 e che darà il via anche al Consorzio presentato nella sede dell’Istituto Superiore di Sanità nei giorni precedenti a martedì 2 febbraio. Di questo tavolo tecnico faranno parte anche due bresciani, cioé il professore Arnaldo Caruso presidente della Società italiana di Virologia e docente di Microbiologia e Microbiologia Clinica all’università degli Studi di Brescia e la professoressa Francesca Caccuri della stessa Statale.

I due, quasi un anno fa, lo scorso marzo 2020, all’inizio di quella che poi divenne una pandemia, sono stati tra i primi in Italia, a isolare il ceppo virale del Covid-19 che in quel momento circolava nel bresciano. Il tavolo tecnico si occuperà di analizzare l’evoluzione molecolare del virus e monitorando l’insorgenza di mutazioni a carico del genoma virale, l’impatto sulla struttura, la virulenza e la risposta immunitaria anche in vista della vaccinazione.

Come detto, il tavolo che si è costituito all’ufficio del viceministro Sileri fornirà dei dati utili in vista del Consorzio la cui attività, in seno all’Istituto Superiore di Sanità, partirà da metà febbraio e di cui fanno parte, insieme ad altri centri italiani, anche l’Istituto Zooprofilattico e il laboratorio di Virologia e Immunologia dell’ospedale Civile di Brescia. Il Consorzio servirà a sequenziare le varianti e controllare la risposta immunitaria seguente alla campagna di vaccinazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.