Coronavirus a Brescia, nuovi casi in calo ma altre 17 vittime

Il numero dei decessi (età media di 81 anni) resta alto nella nostra provincia. Sono legati alla scorsa settimana.

(red.) Dal bollettino quotidiano diffuso anche nel tardo pomeriggio di ieri, lunedì 1 febbraio, dalla Regione Lombardia sul fronte dei dati del contagio da Covid-19 in questi giorni di inizio mese spiccano nel bresciano soprattutto le vittime. Infatti, se i 169 nuovi casi positivi sono legati al periodo del fine settimana in cui di solito si effettuano meno tamponi, sono drammatici i numeri dei deceduti.

Nella nostra provincia sono 17 le persone che hanno perso la vita a causa o con la presenza del virus nell’arco degli ultimi due giorni e sul fronte delle 52 vittime registrate nella giornata di ieri in Lombardia. Per quanto riguarda il bresciano, delle 17 vittime – riconducibile a tutta la scorsa settimana dal 25 al 31 gennaio – 16 abitavano nel territorio dell’Ats di Brescia e una in Valcamonica.

Si parla di due decessi di 78 e 79 anni a Brescia, altri due di 90 e 94 anni a Bedizzole, di 78 e 86 anni a Rezzato, un 94enne a Vobarno, una 96enne a Puegnago del Garda, un 65enne a Botticino, una 90enne a Calcinato, una 80enne di Lograto, un 98enne di Montichiari, una 67enne a Cellatica, una 87enne a Collebeato, un 73enne di Salò e un 68enne di Borgosatollo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.