Coronavirus a Brescia, alta incidenza dei nuovi casi. Altri 7 morti

I dati di ieri hanno sfiorato quelli di Milano. Ma nel bresciano si effettuano sempre un numero alto di tamponi.

(red.) Nel consueto bollettino quotidiano diffuso anche ieri, mercoledì 27 gennaio, dalla Regione Lombardia sul fronte del contagio da Covid-19 spiccava ancora una volta come la nostra provincia di Brescia fosse la più colpita, addirittura sfiorando il dato di Milano. E’ un balzo che, per quanto riguarda il nostro territorio, conferma la tendenza all’aumento su base settimanale rispetto ai sette giorni precedenti. Ma in questo scenario – la percentuale di contagio per questo motivo si è abbassata – spiccano i numerosi tamponi che nel bresciano sono stati effettuati.

Tuttavia, la nostra provincia resta sorvegliata speciale visto che il numero dei casi positivi ogni 100 mila abitanti resta alto, addirittura al secondo posto dopo Mantova. Nella giornata di ieri le Ats di Brescia e della Valcamonica hanno anche diffuso il drammatico bilancio che sale di altre 7 vittime, con o per il Covid. I decessi risalgono al periodo dal 19 al 26 gennaio e si tratta di persone residenti a Botticino, Carpenedolo, Mazzano, Gargnano, Bedizzole, Gambara e Brescia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.