Lombardia, protesta delle opposizioni nel consiglio regionale

Più informazioni su

(red.) La mattina di questo martedì 19 gennaio, nel corso della seduta del consiglio regionale della Lombardia, le opposizioni hanno esposto cartelli con le scritte “No alla sanità della poltrone”, “La Lega ci frega”, “Golpe in Lombardia, Fontana Commissariato”, “Salvini badante di Fontana”, “Sanità non fa rima con stupidità” e “Chiedete scusa ai Lombardi” per protesta sulla gestione della pandemia e sul rimpasto.
“Fontana è ormai commissariato e non ha più nessuna credibilità. Cosa farà nell’immediato nell’interesse dei Lombadia non è dato di sapere. Al momento la giunta lombarda è solo quella delle uscite infelici. Parlare di Pil quando si parla di salute pubblica è discriminatorio. Nessuno deve rimanere indietro: la salute è un diritto costituzionale di tutti. Il M5S vuole la Lombardia fuori dalla zona rossa, ma ora basta con le buffonate alla Fontana”, ha dichiarato Massimo De Rosa, capogruppo del M5S Lombardia. “Il presidente non può piagnucolare a mezzo stampa per una settimana sostenendo che stiamo scivolando in zona rossa, per poi, non appena istituita la zona rossa, sostenere di avere fra le mani dati migliori”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.