Coronavirus a Brescia, altre 9 vittime. Oltre 3.200 da inizio emergenza

Nel giorno in cui i nuovi casi positivi continuano a restare alti, si superano i 3.200 morti da inizio pandemia.

(red.) Nel tardo pomeriggio di ieri, giovedì 14 gennaio, il consueto bollettino quotidiano diffuso dalla Regione Lombardia sul fronte del contagio da Covid-19 ha mostrato ulteriormente come la nostra provincia di Brescia resti ancora ai livelli alti sulla circolazione del virus. Tanto che si conferma al secondo posto solo dopo Milano, ma con la preoccupante risalita anche di altre province tra Mantova e Varese. E anche la pressione sugli ospedali sta tornando ad aumentare.

Tra l’altro, a livello nazionale in queste ore è attesa un’importante novità, visto che nel bollettino del Ministero della Salute di ogni giorno ci saranno non solo i tamponi molecolari, ma anche quelli rapidi di ultima generazione ad alimentare il dato statistico.

Nella stessa giornata di ieri, oltre ai nuovi casi positivi, sono purtroppo emersi anche nove deceduti. Si parla di due residenti a Brescia e gli altri tra Bedizzole, Leno, Manerbio, Montichiari, Salò, Tignale e in Valcamonica per un totale di 3.203 vittime dall’inizio dell’emergenza pandemica.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.