Vaccino anti-Covid, ieri prima dose per oltre 700 sanitari nel bresciano

Altri 186 al Civile dopo i 150 di domenica. Boom in Franciacorta: 300 sanitari. Oggi in arrivo seconda fornitura.

(red.) Come era stato annunciato a livello lombardo, non senza polemiche per la partenza considerata tardiva in una regione che più di tutte sta soffrendo la pandemia da Covid-19, ieri, lunedì 4 gennaio, è partita la campagna vaccinale vera e propria anche nelle strutture bresciane. Nella sola giornata di ieri sono stati poco più di 700 gli operatori sanitari degli ospedali che si sono fatti inoculare la prima dose. Ma l’obiettivo è quello di accelerare, compatibilmente con le scorte che arriveranno, per immunizzare entro febbraio tutte le categorie che hanno priorità. E per i presidi del Civile, compreso Montichiari e Gardone Valtrompia, si parla di 5.500 operatori.

Ma si devono aggiungere, oltre ai medici e infermieri degli altri ospedali, anche le Usca, quelli di guardia medica, i medici di base e pediatri, dell’Ats e dei servizi di emergenza e urgenza che partiranno dal 7 gennaio. Entrando nel dettaglio dei numeri nel bresciano, ieri sono stati 186 i vaccinati del Civile dopo i 150 di domenica. Ma si vogliono raggiungere i 500 al giorno. Partenza imponente anche all’Asst della Franciacorta con 300 vaccinati tra Chiari e Iseo e l’obiettivo di terminare, almeno con la prima dose, nell’arco di una settimana.

169 i vaccinati sul lago di Garda tra Gavardo, Desenzano e Manerbio e la voglia di farne 300 al giorno, mentre sono 54 quelli in Valcamonica per l’ospedale di Esine. Da giovedì 7 gennaio si partirà anche con gli ospedali privati, tra 180 al giorno alla Poliambulanza e 120 al giorno in quelli del gruppo San Donato tra Città di Brescia, Sant’Anna e San Rocco. Nel frattempo a fine giornata di ieri è emerso come in Lombardia ieri siano state più di 6 mila le persone vaccinate, cioé oltre il 10% rispetto alle dosi attualmente presenti e con l’obiettivo di arrivare a 13-15 mila vaccini al giorno, anche fino a 20 mila. Ieri, lunedì 4 gennaio, doveva essere la giornata dell’arrivo di nuove forniture pari a 470 mila dosi per tutta l’Italia, di cui 11.700 per l’Ats di Brescia. Ma dalla Pfizer-Biontech arriveranno probabilmente solo oggi pomeriggio, martedì 5 gennaio. In tutta la Lombardia sono 65 gli hub individuati per il vaccino, oltre alle case di riposo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.