Coronavirus a Brescia, ieri un decesso. Esenzione ticket per malati

Con il dato di ieri si sono superate le 25 mila vittime in Lombardia. Prolungata l'esenzione del ticket.

(red.) Nella giornata, quella di ieri, mercoledì 30 dicembre, in cui in Lombardia si è registrato il dato delle oltre 25 mila vittime da Covid-19, cioé un terzo del totale italiano, nel territorio bresciano, Valcamonica compresa, è stato segnalato un decesso. Si tratta di un 87enne residente in città e che porta il totale delle vittime bresciane dall’inizio della pandemia a 3.106. Oggi, intanto, giovedì 31 dicembre, nel momento in cui saranno diffusi i dati delle ultime 24 ore sul fronte del contagio, si è già avuto riscontro sull’aumento delle vittime – 183 – a dicembre rispetto a novembre.

L’unico elemento soddisfacente riguarda il numero di guariti che nel mese di dicembre è stato superiore rispetto a quello dei nuovi casi di contagio. Intanto sempre ieri il governatore Attilio Fontana e l’assessore al Welfare Giulio Gallera hanno annunciato il prolungamento della misura con cui vengono esentati dal pagamento del ticket chi ha avuto il Covid. Quindi, niente ticket per esami e visite di accertamento legate alla malattia.

“L’agevolazione comprende le attività di follow up post Covid, le visite infettivologiche, pneumologiche, cardiologiche, neurologiche, fisiatriche ed ematologiche con gli esami diagnostici ad esse collegate. Sono inclusi anche i colloqui psicologici e clinici particolarmente importanti per molte persone colpite da coronavirus. La Regione Lombardia ha deciso di estendere ulteriormente questa importante misura – aggiunge l’assessore – una decisione che arriva ritenendo fondamentale ogni attività di controllo e di indagine diagnostica successiva alla malattia”. Il provvedimento ha una copertura finanziaria di 4,4 milioni di euro per tutto l’anno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.