Coronavirus: pochi tamponi, ma i ricoveri in terapia intensiva crescono

Non succedeva da alcuni giorni che aumentassero gli accessi nei reparti intensivi. Pochissime le analisi rispetto al solito.

Più informazioni su

(red.) Anche se a rilento, proseguono gli accertamenti sul coronavirus in Regione Lombardia. Lunedì 28 dicembre i nuovi contagi sono 573 (erano 466), a fronte di 5.093 tamponi processati (erano 4.901). La percentuale tra test e contagi è del 10,4% (era 9,5). Il numero di morti resta alto, 42, che porta il totale dei decessi da inizio pandemia a quota 24.909. Attualmente i malati in terapia intensiva sono 512 (+4), mentre le persone allettate in reparti non intensivi sono 3.791 (-10).
A livello nazionale si registrano 8.585 nuovi casi, +0,4% rispetto al giorno prima (ieri erano +8.913), mentre i decessi odierni sono 445, +0,6% (ieri erano +298). La percentuale test/positivi è del 12,5%.

 

I nuovi casi per provincia:
Milano: 135 di cui 47 a Milano città;
Bergamo: 14;
Brescia: 145 (erano 111);
Como: 34;
Cremona: 10;
Lecco: 13;
Lodi: 12;
Mantova: 1;
Monza e Brianza: 50;
Pavia: 42;
Sondrio: 1;
Varese: 101.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.