Quantcast

Italia rossa-arancio a Natale, ristoro di 645 milioni per bar e ristoranti

Oggi è entrato in vigore, con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, il decreto legge a contorno delle nuove misure.

(red.) Come presentato nella tarda serata di ieri, venerdì 18 dicembre, dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte in conferenza stampa, per tutto il periodo delle feste natalizie l’Italia sarà arancio-rossa. Con le misure più restrittive per quanto riguarda dieci giorni prefestivi e festivi e meno nei soli quattro giorni da zona arancione. Questo vuol dire che i bar e ristoranti dovranno restare chiusi per tutto il periodo, dal 24 dicembre al 6 gennaio compresi, mentre i negozi potranno aprire solo nei quattro giorni da arancione.

Italia rossa arancio a Natale ristoro di 645 milioni per bar e ristoranti

Per quanto riguarda gli spostamenti, nei giorni “rossi” – dal 24 al 27 dicembre, dal 31 dicembre al 3 gennaio e dal 5 al 6 gennaio – ci si potrà muovere solo per necessità comprovate di lavoro, salute e necessità giustificando con l’autocertificazione. Nei quattro giorni “arancioni” – dal 28 al 30 dicembre e il 4 gennaio – ci si potrà muovere liberamente, ma solo all’interno del proprio Comune. Tutto questo fa parte del decreto approvato ieri sera in Consiglio dei Ministri e oggi, sabato 19 dicembre, con l’entrata in vigore immediata, pubblicato in Gazzetta Ufficiale (qui il testo).

Ma tra le misure restrittive, sono emerse alcune deroghe. Una riguarda il fatto che due non conviventi (esclusi gli under 14 che possono muoversi liberamente) possano andare a fare visita a parenti e amici, ma solo una volta al giorno e nella propria regione. L’altra deroga riguarda la possibilità, nei giorni da zona arancione, di spostarsi tra piccoli Comuni al di sotto dei 5 mila abitanti, ma non oltre i 30 km di distanza e non verso i capoluoghi.

E visto che per tutto questo periodo natalizio bar e ristoranti dovranno restare chiusi, nel decreto legge è stato inserito un articolo che prevede un fondo per il ristoro fino a 645 milioni di euro. Nel frattempo, questo tra oggi, sabato 19 e domani, domenica 20 dicembre, sarà l’ultimo fine settimana da zona gialla. Poi da lunedì 21 dicembre fino a mercoledì 23, aldilà del fatto che si resterà “gialli”, non saranno più concessi gli spostamenti tra regioni diverse, vista l’entrata in vigore del nuovo dpcm fino al 6 gennaio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.