Quantcast

Coronavirus a Brescia, tampone rapido anche nelle farmacie

Prezzo dai 22 ai 25 euro, ma se il test dovesse risultare positivo, quello molecolare sarà offerto dalla farmacia.

(red.) Manca solo la certezza sui tempi di inizio dell’attività – probabilmente non prima della fine di questo 2020 – ma di sicuro anche nelle farmacie bresciane (almeno quelle che aderiranno) ci si potrà sottoporre al tampone rapido per rilevare l’eventuale presenza del Covid-19. Nelle ore precedenti a giovedì 17 dicembre la Regione Lombardia ha comunicato tutte le procedure di svolgimento e anche a Brescia la Federfarma guidata da Clara Mottinelli si è mossa.

Chi vorrà sottoporsi al test antigenico rapido potrà quindi presentarsi anche nelle farmacie più vicine e che hanno aderito all’iniziativa, ma pagando un prezzo di circa 22-25 euro. Cifra stabilita nell’ambito di un accordo tra la stessa Federfarma e la Cooperativa Esercenti Farmacie (Cef). Ogni rivendita autorizzata a farlo dovrà predisporre degli accessi e spazi definiti e potrà essere lo stesso farmacista o un altro operatore a effettuare ai cittadini il tampone rapido.

Nel momento in cui questo dovesse risultare positivo al contagio, la farmacia dovrà offrire (e prenotare) anche il tampone molecolare di cui si sta trovando un’intesa con Synlab. Nel frattempo la stessa rivendita dovrà informare l’Ats delle procedure di isolamento e quarantena per i positivi. E tutti i dati, che fungeranno da tracciamento, saranno inviati anche alla Regione Lombardia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.