Coronavirus, Trivelli (Lombardia): “Ci stiamo preparando alla terza ondata”

Il direttore generale del Welfare annuncia un piano da 14-15 mila posti letto Covid. "Ma fondamentale il territorio".

(red.) C’è il rischio che ci sia, dopo la seconda, anche una terza ondata di Covid-19? Gli esperti temono di sì, soprattutto perché nel periodo natalizio e nonostante si siano prese delle forti misure di contenimento rispetto alla scorsa estate, c’è la sensazione che qualche senso di stanchezza possa portare a non rispettare in modo ferreo le restrizioni. E su questo fronte anche le regioni sono in allerta.

Tra queste, anche la Lombardia tanto che il direttore generale del Welfare Marco Trivelli, in un’intervista rilasciata a Bresciaoggi, parla di un documento regionale su una possibile terza ondata e che confermerà la disposizione di mantenere quattro livelli di intensità in base alla gravità. “Visto quanto accaduto la scorsa estate – dice Trivelli al quotidiano bresciano – mi aspetto che possa ripartire” e lancia un progetto per 14-15 mila posti letto Covid in Lombardia.

Ma si punta anche ad aumentare i centri territoriali per la diagnosi ed evitando di mandare i pazienti in ospedale. Lo stesso direttore sostiene come la rete territoriale, tra medici di famiglia e ospedali, debba fare la differenza. E Trivelli, che è stato direttore generale degli Spedali Civili di Brescia, conferma la volontà della ristrutturazione del Satellite partendo con la progettazione dalla fine di gennaio e puntando soprattutto sui più rapidi finanziamenti regionali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.