Covid, in nove cambiano colore (in meglio). Lombardia gialla tra sette giorni?

il ministro Speranza ha firmato l'ordinanza con alcuni passaggi di Regioni verso zone con restrizioni più leggere. Sarà operativa da domenica

(red.) Qualcuno forse sperava di farcela prima a passare nella zona gialla. Invece no. La nostra regione resta arancione almeno fino a ridosso di Santa Lucia, per la precisione fino a venerdì 11 dicembre, quando ci sarà un nuovo monitoraggio della situazione Covid 19.
Nel frattempo l’indice Rt nazionale è sceso per la prima volta da settimane sotto l’1, cioè allo 0,91% e tutte le Regioni italiane sono migliorate, quindi il ministro alla Salute Roberto Speranza ha firmato l’ordinanza con alcuni passaggi verso zone con restrizioni più leggere che sarà operativa da domenica.

Da domenica Campania, Provincia autonoma di Bolzano, Val d’Aosta e Toscana passano da rosse e arancioni (come sono Lombardia, Basilicata, Calabria e Piemonte):
Sempre dcomenica Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche, Puglia e Umbria non saranno più arancioni ma diventeranno gialle (come già Lazio, Liguria, Molise, Trento, Sardegna, Sicilia e Veneto).
L’unica a restare rossa è l’Abruzzo, che è entrata per ultima nella zona. Se si prosegue con questi numeri, che sono ovunque in discesa, venerdì 11 le Regioni e Province gialle passeranno da 12 a 16 perché se non ci saranno disastri anche Lombardia, Basilicata, Calabria e Piemonte potrebbero conquistare la categoria con meno restrizioni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.