Quantcast

Conte illustra il nuovo Dpcm: spostamenti vietati a Natale e Capodanno

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha illustrato, in conferenza stampa a Palazzo Chigi, le nuove misure per l'emergenza da Covid19.

(red.) Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha illustrato, in conferenza stampa a Palazzo Chigi, le nuove misure per l’emergenza da Covid19.
Il premier ha spiegato che, con l’arrivo delle vacanze natalizie, per evitare una nuova impennata dei contagi da coronavirus, il governo ha deciso di aggiungere nuove restrizioni. Quindi, dal 21 dicembre al 6 gennaio, entrerà in vigore un nuovo decreto.

Conte illustra il nuovo Dpcm spostamenti vietati a Natale e Capodanno


SPOSTAMENTI
. Dal 21 dicembre al 6 gennaio 2021, vietati gli spostamenti da una regione all’altra, anche per raggiungere le seconde case. Nei giorni 25 dicembre, 26 dicembre e primo gennaio 2021, niente spostamenti anche da un comune all’altro. Su tutto il territorio nazionale resta il “coprifuoco” dalle 22 alle 5 del mattino; a Capodanno il provvedimento sarà esteso dalle 22 alle 7 del mattino del primo gennaio. Ci si potrà spostare per esigenze lavorative, di salute o per casi di necessità.
Gli italiani all’estero per turismo dal 21 dicembre al 6 gennaio, al rientro dovranno sottoporsi alla quarantena. Anche i turisti stranieri che giungeranno in Italia nello stesso periodo saranno sottoposti alla stessa misura. Gli impianti sciistici potranno riaprire dal 7 gennaio. Crociere sospese sempre nello stesso periodo.

SCUOLA. Dal 7 gennaio riprenderà la didattica in presenza per i ragazzi delle superiori e della terza media. Sarà garantita per il 75% degli studenti.

BAR E RISTORANTI. Nell’area Gialla locali sempre aperti a pranzo, natale compreso; nelle aree arancioni e rosse, invece, aperti dalle 5 alle 22, solo per l’asporto, e consegna a domicilio sempre possibile.

CENE E VEGLIONI. “Noi non possiamo entrare nelle case dei cittadini e imporre ingenti limitazioni”, ha spiegato Conte, “ma chiediamo veramente a tutti di non ricevere a casa persone non conviventi, soprattutto nelle occasioni di maggiore convivialità. E’ una cautela essenziale per proteggere i nostri cari”.

ALBERGHI. Rimangono aperti in tutta Italia ma il 31 sera niente veglioni o cene. Chiuderanno dalle 18 e sarà consentito solo il servizio in camera.

NEGOZI. Dal 4 dicembre al 6 gennaio potranno stare aperti fino alle ore 21. Dal 4 dicembre al 15 gennaio nei giorni festivi e prefestivi, nei centri commerciali saranno aperti soltanto alimentari, farmacie, tabacchi, sanitari edicole e vivai.

EXTRA CASHBACK DI NATALE. Fino al 31 dicembre per chi paga con carte di credito e app rimborso del 10% fino a un massimo di 150 euro. Dall’8 dicembre, parte inoltre il Piano Italia Cashless; si tratta di un rimborso spese del 10% fatto per ogni acquisto sostenuto a dicembre con carte o app, quindi anche per alimentari e articoli non necessariamente natalizi. Anche in questo caso il rimborso massimo è di 150 euro e vale per la singola persona. Questi sconti non varranno per gli acquisti online. Per partecipare all’iniziativa bisogna scaricare la App IO e identificarsi con la carta d’identità elettronica o attraverso la SPID.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.