Da Bolzano a Brescia senza giustificazione: 1.066 euro di multa

Un 32enne di origine albanese colto sul fatto per la seconda volta in pochi mesi dalla Polizia stradale.

(red.) Dopo essere stato fermato da una pattuglia della Polizia stradale del distaccamento di Montichiari, per superare il controllo specifico sulla violazione delle misure di contenimento dell’epidemia Covid-19, ha mostrato ai poliziotti un’autocertificazione che giustificava il suo spostamento da Bolzano a Brescia con l’acquisto di un’autovettura. La motivazione, dopo la verifica, è risultata fasulla. Il tentativo è costato caro a un 32enne originario dell’Albania e residente nella nostra città, che è stato sanzionato per la violazione dell’art. 4 in quanto non rispettava le limitazioni previste dal Dpcm.
Per lui la sanzione è stata di 1.066 euro perché era recidivo nella violazione. Infatti era già stato fermato e sanzionato a maggio e la ripetizione comporta il pagamento del doppio della sanzione.

Nella settimana dal 23 al 29 novembre 2020 la Polizia Stradale di Brescia che opera sulle strade della provincia ha effettuato numerosi controlli coinvolgendo 146 pattuglie di vigilanza stradale, di cui 76 in autostrada e 70 sulla viabilità ordinaria che hanno controllato 1.270 veicoli e 1.382 persone.
1.013 sono state le infrazioni complessivamente elevate con 1.660 punti decurtati; le patenti ritirate sono state 8, le carte di circolazione 5, sono stati effettuati 3 fermi amministrativi.
Nel periodo in questione sono state contestate 25 violazioni per eccesso di velocità e 16 violazioni per velocità pericolosa, inoltre sono state contestate 47 violazioni per l’uso del telefonino alla guida e 47 violazioni per il mancato uso delle cinture di sicurezza.
L’attività infortunistica complessiva è stata di 14 incidenti di cui 1 con esito mortale, 9 con feriti e 4 con danni a cose.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.