Carretta (Azione): “Giusto il vaccino Hpv gratuito per giovani donne”

(red.) La prevenzione è la chiave per gestire in modo efficiente la sanità e sembra che da questi primi atti anche la maggioranza se ne sia accorta – così scrive in una nota alla stampa Niccolò Carretta, consigliere regionale di Azione che qualche settimana fa ha presentato un corposo ordine del giorno a favore della lotta contro le malattie sessualmente trasmissibili. “Un ordine del giorno – spiega il consigliere del partito di Carlo Calenda – scritto con i giovani e che garantirà, grazie alla sua approvazione, screening gratuiti anche nelle strutture sanitarie private accreditate ed una corposa campagna di sensibilizzazione per i giovani e giovanissimi”.
“Il tema della prevenzione – conclude Carretta – ha mille sfaccettature ed è giusto che maggioranza e opposizione collaborino mettendo da parte colori politici e ideologismi, la strada da fare è ancora tanta e Azione favorirà ogni iniziativa per il bene della collettività. Ringrazio, quindi, la collega Tironi per l’iniziativa”.

“In Europa,circa 67.000 donne ricevono ogni anno una diagnosi di cancro della cervice uterina causato da HPV e 25.000 pazienti ne muoiono, rendendolo la seconda causa più comune di decesso per cancro per le donne di età compresa tra i 15 e i 44 anni”, si legge nella mozione firmata da Simona Tironi (Forza Italia), Antonella Forattini (Partito Democratico), Paola Romeo (Forza Italia), Alessandra Cappelari (Lega), Barbara Mazzali (Fratelli d’Italia), Paola Bocci (Partito Democratico), Monica Forte (Movimento 5 Stelle), Patrizia Baffi (Misto), Francesca Attilia Brianza (Lega).
“In Italia, l’incidenza di patologie HPV-correlate è rilevante sia per la popolazione femminile che per quella maschile, sono infatti quasi 4.500 i casi che ogni anno sono attribuiti a infezioni croniche di ceppi oncogeni dell’HPV, di cui 2.300 i casi stimati, per il 2017, di cancro della cervice uterina;dopo un impegno avviato già nel 2018, il 17 novembre 2020, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, ha lanciato una Strategia globale per accelerare l’eliminazione del cancro alla cervice da declinarsi anche attraverso le energie e l’impegno delle regioni”.

La mozione, datata 24 novmbre, “impegna il presidente della giunta regionale e l’assessore al Welfare ad attivarsi per prevedere l’implementazione, mediante l’offerta gratuita, della vaccinazione anti-HPV per le donne al venticinquesimo anno di età in occasione delprimo screening per la citologia cervicale (Pap-test); ad incentivare con iniziative mirate, anche tramite il coinvolgimento dei pediatri di libera scelta che possono fare una azione informativa, la capillare diffusione della vaccinazione HPV così da raggiungere a tendere l’obiettivo di copertura vaccinale il Piano Nazionale Prevenzione Vaccinale (PNPV) 2017-2019, approvato dalla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, il 19 gennaio 2017″.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.