Coronavirus a Brescia, altri 6 morti. Ma si registra un boom di guariti

299 vittime dall'inizio di novembre, ma 2.568 guariti in una settimana. Scritte di minacce a Milano contro Fontana.

(red.) Per una volta, l’occasione porta a parlare anche di dati positivi sul fronte della pandemia da Covid-19, non solo di questa seconda ondata, in provincia di Brescia. Infatti, in un solo giorno sono stati registrati 700 guariti e per un totale di 2.568 in una settimana, numeri mai così alti dall’inizio dell’emergenza sanitaria nel nostro territorio. Calano di un migliaio anche gli attualmente positivi, dai circa 9 mila di inizio settimana agli 8.147 e la maggior parte di questi sono asintomatici e stanno seguendo le cure domiciliari nel loro isolamento a casa.

Tuttavia, ieri, venerdì 20 novembre, si sono registrate altre sei vittime secondo il dato dell’Azienda di Tutela della Salute di Brescia, anche se i decessi sono avvenuti nell’arco di diversi giorni. In ogni caso, a Brescia città sono morti una donna di 95 anni e due uomini di 76 e 81, altri due a Vobarno – una 96enne e un 91enne – e un 77enne a Bovezzo. Il numero di vittime sale così a 2.846 dall’inizio dell’emergenza, ma si segnalano 299 dall’inizio di novembre, come maggio e giugno insieme.

Nel frattempo a livello di Regione Lombardia è arrivata anche la solidarietà dell’opposizione all’indirizzo del governatore Attilio Fontana oggetto di scritte minacciose comparse a Milano. E sempre al Pirellone la Lega, riunita, ha annunciato che voterà contro la sfiducia all’assessore Giulio Gallera da discutere in Consiglio regionale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.