Quantcast

Cibo scaduto sul furgone in A21: maxi multa e sequestro

Il una settimana le pattuglie della Stradale di Brescia hanno controllato hanno controllato 690 veicoli e 750 persone. Sette patenti ritirate. Rilevate 741 infrazioni.

(red.) Al fine di prevenire e reprimere il grave fenomeno dei trasporti che compromettono la sicurezza alimentare dei cittadini, la Polizia Stradale di Brescia attua specifici accertamenti e proprio una pattuglia del distaccamento di Montichiari si è imbattuta nel controllo di un furgone Iveco Daily presso lo svincolo autostradale della A21 nel comune di Poncarale, il quale trasportava merce alimentare, nello specifico 20 confezioni di bresaola e alcune forme di formaggio, tutte scadute da alcuni mesi, pezzi di porchetta senza etichetta di provenienza insieme con materiale da fiera, quale cavi elettrici, tendone; la merce deperibile era in parte confezionata e alin parte sfusa e riposta in varie scatole.

Il mezzo di trasporto era privo di gruppo frigorifero pertanto non era immatricolato per trasporto  di merci alimentari in regime di temperatura controllata. Veniva così contattato personale dell’ATS di Brescia per il sopralluogo e l’inventario della merce e la successiva disposizione della merce a “vincolo sanitario” e di condurre il carico presso il luogo di destinazione al fine della valutazione da parte del Servizio di Igiene Alimenti di origine animale dell’ATS locale competente.

Polizia stradale sequesto alimentari cibo

Il conducente veniva sanzionato per aver effettuato un trasporto di “alimenti con veicolo non idoneo al trasporto in quanto privo di attestazione ATP e in quanto la merce trasportata era a contatto con altro materiale, per un importo di 2.000 euro.
La corretta conservazione dei prodotti che giungono sulle nostre tavole nasce proprio durante il trasporto, ed è lì che è necessario intervenire per bloccare la consegna e la distribuzione di prodotti contaminati. La normativa in materia è complessa e specifica, dettata per lo più dal diritto dell’Unione Europea, con vari regolamenti poi recepiti da leggi nazionali.

Polizia stradale sequesto alimentari cibo

Nel corso della settimana dal 19 ottobre al 25 ottobre 2020 la Polizia Stradale di Brescia che opera sulle strade della provincia ha effettuato numerosi controlli coinvolgendo 130 pattuglie di vigilanza stradale, di cui 68 in autostrada e 62 sulla viabilità ordinaria che hanno controllato 690 veicoli e 750 persone.
741 sono state le infrazioni complessivamente elevate con 622 punti decurtati; le patenti ritirate sono state 7, le carte di circolazione 7, sono stati effettuati n. 4 sequestri di veicoli e n. 2 fermi amministrativi.
Nel periodo in questione sono state contestate 3 violazioni per eccesso di velocità e 14 violazioni per velocità pericolosa, inoltre sono state contestate 26 violazioni per l’uso del telefonino alla guida e 34 violazioni per il mancato uso delle cinture di sicurezza.
L’attività infortunistica complessiva consta in 14 incidenti di cui 9 incidenti con feriti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.