Coronavirus e calcio dilettanti, dieci squadre bresciane in quarantena

Due squadre di Seconda categoria, quattro di Terza, alcuni Giovanissimi e juniores sono finite nel mirino.

(red.) Sembra fatto apposta: proprio ieri, martedì 13 ottobre, il nuovo decreto del presidente del Consiglio (dpcm) in vigore da oggi, mercoledì 14, indica che sul fronte degli sport di contatto è salvo il calcio organizzato dalle varie federazioni, quindi anche a livello dei dilettanti. Ma ieri, subito dopo una nuova giornata di campionato, si è scoperto che il Covid-19 si è abbattuto sul settore.

Tanto che almeno dieci squadre del panorama bresciano sono costrette alla quarantena. Si parla di due formazioni di seconda categoria (Concesio e Gussago), di quattro di Terza (Roé Volciano, Valtenesi, Rondinelle e Il Mosaico) e Giovanissimi della Provagliese, ma anche juniores del Darfo e del Vobarno.

In tutto, circa 200 soggetti contattati dall’Ats e che dovranno restare in quarantena per dieci giorni. I casi sono emersi dopo che alcuni giocatori, per motivi di lavoro, si sono sottoposti al tampone. E così, dopo un positivo emerso nel Gussago, anche il Concesio che l’ha sfidato domenica è costretto all’isolamento. E saltano anche la partita di stasera di Coppa Lombardia del San Michele e Roncadelle-Ponte Zanano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.