Quantcast

Coronavirus, 24 ragazzi positivi da Pag con agenzia viaggi di Brescia

Con un tour operator bresciano si erano organizzati per festeggiare in Croazia il diploma di maturità raggiunto.

(red.) Il settore delle agenzie di viaggio è in piena crisi in questo periodo seguente all’emergenza da Covid-19 e per questo motivo loro stesse chiedono di non essere inserite nello stesso calderone di quelle che agiscono in modo superficiale. Questo, dopo che nelle ore precedenti a lunedì 10 agosto è emerso come 24 ragazzi veneti provenienti da una vacanza sull’isola di Pag, in Croazia, dopo essersi diplomati, siano risultati positivi al contagio da coronavirus.

E il pullman con circa sessanta ragazzi partito dal Veneto era stato organizzato dall’agenzia di viaggi Lemonade, di via Branze a Brescia. Molti dei giovani hanno confessato come, durante la vacanza, spesso ci siano stati degli assembramenti e molti non indossassero la mascherina. E nel frattempo sono emersi altri due casi positivi che facevano parte della stessa comitiva.

Segno di un fenomeno che anche gli esperti definiscono preoccupante, con il contagio importato soprattutto dai giovani, nella maggior parte dei casi asintomatici, per non aver rispettato le elementari misure di sicurezza. Nel frattempo dall’agenzia bresciana hanno dato la propria disponibilità a fornire l’elenco dei partecipanti, mentre sembra che la vicenda non finirà in via legali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.