Lombardia, niente obbligo di indossare la mascherina all’aperto

Oggi la nuova ordinanza del governatore Fontana a partire da domani. Ma bisogna portare sempre la protezione.

(red.) Nella giornata di oggi, martedì 14 luglio, è attesa la nuova ordinanza del governatore lombardo Attilio Fontana per le disposizioni che entreranno in vigore a partire da domani, mercoledì 15, nel momento in cui proprio oggi, martedì, scadrà il provvedimento firmato alla fine di giugno. E l’elemento più atteso riguarderà la mascherina tra i dispositivi di protezione individuale. Infatti, dopo aver avuto un vertice con i tecnici del Comitato tecnico scientifico, il presidente della Regione più martoriata in Italia a causa della pandemia da Covid deciderà di annullare l’obbligo di indossare la mascherina all’aperto.

Ma è bene precisare che chi si troverà sul territorio regionale lombardo dovrà comunque sempre avere con sé la protezione. Perché nel caso in cui, anche all’aperto, non si riuscisse a mantenere il distanziamento sociale di almeno un metro, la mascherina dovrà essere indossata per coprire naso e bocca. E resterà comunque obbligatoria negli spazi al chiuso, come nei negozi, negli uffici e a bordo dei mezzi pubblici. La Lombardia guarda da spettatrice interessata anche al nuovo dpcm che sarà presentato stasera in Parlamento dal ministro della Salute Roberto Speranza.

In particolare al centro della questione ci saranno anche le discoteche, visto che l’orientamento del nuovo testo potrebbe essere quello di mantenerle chiuse fino al 31 luglio, ma di lasciare comunque alle regioni la responsabilità di poterle riaprire rispettando tutte le disposizioni di sicurezza. Non a caso in Lombardia dallo scorso 10 luglio si può tornare a ballare, anche se solo negli spazi all’aperto. E sempre dagli stessi giorni è tornato possibile lo sport di contatto, in primis il calcetto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.