Lombardia, nuova ordinanza: via libera agli sport di contatto (calcetto)

Da oggi si può tornare a praticare sport tra amici, rispettando le regole. Da ieri riaprono le discoteche.

(red.) A partire da oggi, sabato 11 luglio, nel territorio regionale lombardo si potrà tornare a praticare gli sport di contatto, quindi compreso il calcetto. Nella giornata di ieri, venerdì, infatti, il governatore Attilio Fontana ha firmato una nuova ordinanza (qui il testo), valida fino al 31 luglio, che consente il ritorno a questo genere di disciplina, di cui la più frequentata è la classica partitella settimanale tra amici. Ma l’ordinanza prevede anche il rispetto delle consuete misure di prevenzione e contenimento dell’infezione.

Quindi, misurazione della temperatura all’ingresso delle strutture e niente accesso in caso di 37,5 gradi o più alta. Spazio anche alla sanificazione degli spogliatoi, mentre ogni federazione sarà chiamata a definire le regole della propria disciplina e in base alle linee guida stabilite anche a livello nazionale nella conferenza Stato-Regioni. Non si potrà entrare nelle strutture in caso di sintomi e il registro dei presenti deve essere conservato per almeno due settimane.

Le regole prevedono anche la separazione tra punti di ingresso e uscita, igiene personale, distanza di almeno un metro quando non si gioca, pulizia e disinfezione delle aree comuni e propri oggetti personali da tenere sempre in borsa e negli spogliatoi il cui uso è consentito. Sempre in Lombardia e a partire da ieri, venerdì 10 luglio, come previsto dall’ordinanza regionale di fine giugno, potranno riaprire anche le discoteche e sale da ballo, ma i balli saranno consentiti solo all’aperto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.