Coronavirus, metà degli ospedali bresciani sono tornati Covid-free

Solo all'ospedale Civile rimane operativa un'area Covid. 27 i pazienti infetti e ricoverati in tutta la provincia.

(red.) Il fatto che la fase acuta dell’emergenza sanitaria da Covid-19 nel bresciano si sia conclusa arriva dai numeri connessi ai pazienti ricoverati nei vari ospedali e soprattutto a come le strutture sanitarie si siano ad oggi organizzate anche per curare gli altri degenti. Tanto che, proprio sul fronte degli ospedali, dopo che tutte le strutture si sono dovute riconvertire nell’assistenza agli infettati, attualmente solo il Civile presenta un’area dedicata al Covid.

Secondo i numeri dell’Ats di Brescia e riportati dal Giornale di Brescia, i ricoverati da Covid negli ospedali bresciani sono 27 rispetto ai 277 in tutta la Lombardia. Nella nostra provincia sono cinque i posti letto di terapia intensiva occupati dagli infettati, mentre ci sono sette soggetti che dopo mesi risultano ancora positivi al tampone. Sul fronte dei ricoverati tra i 27 in tutta la provincia, 6 sono al Civile dove come detto resta l’unico reparto Covid in provincia.

Covid-free, invece, è l’ospedale di Montichiari e 7 i ricoverati nelle strutture dell’Asst del Garda tra Desenzano, Manerbio e Gavardo. Altri sei pazienti si trovano all’ospedale di Chiari, mentre quello di Iseo è tornato libero, cosi come in Valcamonica, al Città di Brescia e al San Rocco di Ome. Sette, infine, i ricoverati alla Poliambulanza di Brescia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.