Coronavirus, 44 nuovi positivi nel bresciano. Primo incremento in Lombardia foto

La nostra provincia al primo posto per i nuovi casi registrati a ieri. In Lombardia quasi il 60% dei nuovi positivi in Italia.

(red.) Nel pomeriggio di ieri, domenica 31 maggio, nel bollettino quotidiano relativo ai numeri sulla diffusione del contagio da Covid-19 in Italia e in Lombardia emerge come nel bresciano il virus non molli la presa. Tanto che, rispetto alle 24 ore precedenti, registra 44 casi positivi in più, al primo posto in regione seguita da Bergamo. Nei dettagli in Lombardia, i tamponi effettuati sono stati 12.427 per un totale complessivo di 753.874. Gli attualmente positivi sono 20.996 (-813) e quelli totali a oggi sono 88.968. 210, invece, i nuovi casi positivi pari all’1,7% dei tamponi analizzati. 990 tra guariti e dimessi per un totale di 51.860. 170 sono i ricoverati in terapia intensiva (-2) e 3.131 (-176) gli altri ricoverati. Ieri, purtroppo, sono emersi anche 33 nuovi decessi per un totale al momento di 16.112. I casi maggiori per provincia sono proprio a Brescia (14.768, +44) con Bergamo (13.366, +43). Aumentano i casi a Varese (+25), mentre Milano ne aggiunge altri 32.

A livello nazionale il totale delle persone che hanno contratto il virus è di 233.019, con un incremento di 355 nuovi casi. Il numero totale di attualmente positivi è di 42.075, con una decrescita di 1.616 assistiti. Tra gli attualmente positivi, 435 sono in cura presso le terapie intensive, con una decrescita di 15 pazienti. 6.387 persone sono ricoverate con sintomi, con un decremento di 293 pazienti. 35.253 persone, pari all’84% degli attualmente positivi, sono in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi. I deceduti sono 75 e portano il totale a 33.415.

Il numero complessivo dei dimessi e guariti sale invece a 157.507, con un incremento di 1.874 persone. Nel dettaglio, i casi attualmente positivi sono 20.996 in Lombardia, 5.161 in Piemonte, 3.163 in Emilia-Romagna, 1.500 in Veneto, 1.111 in Toscana, 669 in Liguria, 2.983 nel Lazio, 1.338 nelle Marche, 980 in Campania, 1.177 in Puglia, 304 nella Provincia autonoma di Trento, 986 in Sicilia, 278 in Friuli Venezia Giulia, 753 in Abruzzo (che non ha indicato l’ultimo bollettino), 127 nella Provincia autonoma di Bolzano, 31 in Umbria, 185 in Sardegna, 15 in Valle d’Aosta, 144 in Calabria, 145 in Molise e 29 in Basilicata.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.