Quantcast

Test sierologici, tutte le possibilità da usare in provincia di Brescia

3 mila in 48 Comuni per i test nazionali. A domicilio a Brescia e Desenzano, anche a Maugeri di Lumezzane.

(red.) Nel territorio provinciale di Brescia ci si continua a muovere sul fronte dei test sierologici per capire chi ha sviluppato gli anticorpi al coronavirus e quindi poter realizzare una sorta di mappa epidemiologica fondamentale durante questa fase 2 di ritorno alla normalità. Una di queste pratiche è quella nazionale con la disposizione di 150 mila test da effettuare su un campione di soggetti. La Croce Rossa si sta occupando di telefonare agli interessati, anche se pare che al momento l’adesione sia stata più bassa rispetto alle attese. Per quanto riguarda i bresciani coinvolti, su disposizione del Ministero della Salute e dell’Istat, sono circa 3 mila e residenti in 48 Comuni della provincia. Anche se tra questi, all’interno del campione, non ci sono Manerbio e Orzinuovi che sono stati tra i più colpiti dalla pandemia.

Sul fronte di questi test, è direttamente la Croce Rossa a sottoporre i candidati a un breve questionario per poi chiedere loro di fissare un appuntamento, che comunque non è obbligatorio. Oltre al meccanismo nazionale, il territorio bresciano si sta muovendo anche da solo. Infatti, dalla Poliambulanza fanno sapere di aver raggiunto un accordo con i Comuni di Pavone Mella e Cigole. I residenti interessati, soprattutto chi lavora negli esercizi e uffici pubblici, possono essere sottoposti ai test pagando una quota di 35 euro. Restando nell’ambito dei test privati, si possono sostenere anche a domicilio per chi non si può presentare agli appuntamenti in laboratorio.

Ne dà notizia Bresciaoggi a proposito del fatto che questa pratica si può attuare a Brescia città e nei paesi dell’hinterlad, così come a Desenzano del Garda. Per quanto riguarda la città, si può contattare l’Abc della Salute al 333.8177372 e a Desenzano, invece, la Farmacia De Gressi che è la prima in provincia a mettersi a disposizione come tramite. Contattando i riferimenti, un infermiere potrà raggiungere le abitazioni dove sottoporre i cittadini al prelievo di sangue da far analizzare poi dalle realtà di Synlab. Infine, l’istituto clinico Maugeri di Lumezzane, sempre come riporta il quotidiano bresciano, consente ai privati di effettuare il test sierologico al costo di 36 euro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.