Brescia, come funziona la distribuzione delle mascherine

(red.) Il Comune di Brescia dispone, al momento, di 100.200 mascherine monouso, 50.200 delle quali sono state consegnate da Regione Lombardia nella mattinata di mercoledì 8 aprile. Nella stessa giornata ne sono arrivate altre diecimila, dono della Comunità cinese, mentre l’Ordine dei Medici di Brescia ne recapiterà altrettante il 9 aprile. Infine, una scorta di 30mila unità è già a disposizione in magazzino, frutto della raccolta fondi AiuTIAMO Brescia.

mascherine Brescia

 

Per la distribuzione alla cittadinanza sono stati adottati i seguenti criteri.

Verranno assegnate sette mascherine per ogni componente di un nucleo familiare nel quale ci sia una persona in isolamento obbligatorio o fiduciario. Sulla base dei dati ricevuti da Ats ed elaborati dal Settore Informatica, innovazione e statistica del Comune, si tratta di 956 nuclei familiari, per un totale di 3.315 persone. Verrà consegnato a domicilio un totale di 23.205 mascherine.
Alle persone in isolamento obbligatorio o fiduciario che vivono sole, 171 in totale, saranno consegnate tre mascherine. Verrà quindi distribuito a domicilio un totale di 513 mascherine. Alle strutture che gestiscono i dormitori andranno quattromila mascherine. Si prevede la consegna di una mascherina al giorno per utente.
Ai Consigli di Quartiere saranno assegnate 33mila mascherine, che saranno suddivise proporzionalmente. Alla consegna provvederanno i singoli Consigli di Quartiere che potranno individuare i potenziali destinatari, a titolo esemplificativo e non esaustivo, nei negozi di prossimità, nelle tabaccherie, nelle edicole, in nuclei familiari mirati, in associazioni e realtà del quartiere.
I Punti Comunità riceveranno 15mila mascherine in totale, da suddividere proporzionalmente. Alla consegna alle persone provvederà ciascun Punto Comunità. Infine, 25mila mascherine saranno suddivise proporzionalmente tra le associazioni che si occupano di anziani e disabili e tra i sindacati dei pensionati. Le rimanenti resteranno a disposizione per eventuali ulteriori urgenze.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.