Quantcast

Coronavirus, nuovo dpcm: confermato il lockdown fino a Pasquetta

Le misure di contenimento prorogate fino al 13 aprile. Resta vietato uscire sotto casa con i propri bambini.

(red.) Era stato annunciato in mattinata ieri, mercoledì 1 aprile dal ministro della Salute Roberto Speranza durante un’informativa in Senato ed è stato confermato in serata dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte nel corso di una conferenza stampa. Le misure di contenimento per evitare la diffusione del contagio del coronavirus – quindi attività produttive non essenziali chiuse e vietato ogni spostamento se non legato a motivi di necessità tra spesa, salute e lavoro – sono state prorogate fino a lunedì 13 aprile di Pasquetta.

E’ quanto emerge dal nuovo decreto del presidente del Consiglio (leggi qui il testo) firmato proprio ieri. Una data non casuale, visto il rischio che molti, in sfregio alle misure, avrebbero potuto sfruttare Pasqua e Pasquetta per concedersi un giro all’aperto tra pic nic e scampagnate. Invece, il periodo pasquale si dovrà trascorrere a casa. E poi? Conte ha spiegato che saranno gli esperti scientifici a dare informazioni su quando inizierà la seconda fase, cioé quella con cui allentare le misure, ma anche convivere con il virus. E infine la terza fase con il rientro dall’emergenza e il ritorno alla normalità.

Nel frattempo ieri sera lo stesso presidente del Consiglio ha voluto specificare alcuni elementi relativi alla tanto discussa circolare del Ministero dell’Interno sulla possibilità o meno di uscire sotto casa per un genitore con i propri figli minori. La pratica resta vietata, almeno che non ci siano motivi di necessità ed estrema urgenza. Per esempio, ha detto il premier, un genitore che va a fare la spesa può portare con sé il proprio bambino.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.