Coronavirus, a Brescia i malati sono 6.298 fotogallery

In città 940 contagi. In Lombardia sono arrivati a 30.703, con una crescita di 1.942. I dati dei paesi bresciani

Più informazioni su

(red.) Continua la battaglia sul fronte coronavirus in Lombardia. Nella giornata di oggi, martedì 24 marzo, i contagi riscontrati sono arrivati a 30.703, con una crescita di 1.942. I morti sono 4.178 (+402), gli ospedalizzati 9.711 (+445) e di questi sono stati ricoverati in terapia intensiva in 1.194. Sempre Male le province di Brescia (6.298 malati, +393) e Bergamo (6.728, +257). Nella città di Brescia i malati sono 943.
Ecco i dati dei paesi bresciani: ATS Brescia COVID 24032020.pdf.pdf


Secondo i dati nazionali raccolti dalla protezione civile, i malati di coronavirus sul territorio nazionale, al momento, sono 54.030 persone
. Ad oggi, in Italia sono stati 69.176 i casi totali.
Nel dettaglio: i casi attualmente positivi sono 19.868 in Lombardia, 7.711 in Emilia-Romagna, 5.351 in Veneto, 5.124 in Piemonte, 2.497 nelle Marche, 2.519 in Toscana, 1.692 in Liguria, 1.545 nel Lazio, 992 in Campania, 848 in Friuli Venezia Giulia, 975 nella Provincia autonoma di Trento, 699 nella Provincia autonoma di Bolzano, 940 in Puglia, 799 in Sicilia, 622 in Abruzzo, 624 in Umbria, 379 in Valle d’Aosta, 395 in Sardegna, 304 in Calabria, 91 in Basilicata e 55 in Molise. Sono 8.326 le persone guarite. I deceduti sono 6.820, ma questo numero potrà essere confermato solo dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso.

Intanto i lombardi riducono gli spostamenti. Lo dice il monitoraggio delle celle dei telefonini.  “I dati degli spostamenti delle persone che si muovono in Lombardia ci stanno dando segnali confortanti, segno che i cittadini hanno capito di non muoversi da casa se non per reali e indifferibili necessità”.
Lo ha detto il vicepresidente di Regione Lombardia Fabrizio Sala illustrando i dati sugli spostamenti dei lombardi desunti dal monitoraggio del cambio di celle telefoniche alle quali si agganciano gli smartphone in collaborazione con le compagnie che gestiscono i servizi di telefonia mobile.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.