Quantcast

Coronavirus, Tour Emirati annullato. Due meccanici bresciani positivi

Giovedì notte la notizia dagli alberghi dove staff e atleti sono ospiti. Ora si trovano tutti bloccati.

(red.) Il Coronavirus ha mandato in crisi anche il Tour degli Emirati Arabi Uniti che è riconosciuto a livello mondiale nel panorama del ciclismo. La competizione è stata annullata alla quinta tappa e dopo che nella notte tra giovedì 27 e ieri, venerdì 28 febbraio, è giunta la notizia della positività al virus di 5-6 persone. E tra queste ci sono anche due bresciani che fanno parte di alcuni staff di squadra come meccanici. Di conseguenza, circa 300 persone tra membri delle squadre e del personale sono state tutte controllate in piena notte nelle loro stanze d’albergo per verificare il contagio dell’infezione.

Due membri del team Uae Emirates, di cui fanno parte tre meccanici bresciani, sono risultati positivi al Covid 19. E si è scoperto che uno di loro aveva raggiunto Dubai dall’Italia la settimana precedente a sabato 29 febbraio e quindi prima che in Italia ci fosse l’emergenza. Era partito con qualche sintomo di influenza di poco conto, ma negli ultimi giorni il suo malessere è peggiorato tra tosse e febbre e scoprendo che era positivo al virus.

Tutti gli altri membri legati alla competizione (una decina in tutto i bresciani tra atleti, staff e massaggiatori) sono stati poi sottoposti ai tamponi e i 5-6 positivi sono stati trasferiti in ospedale. Gli altri, invece, sono ancora in attesa anche di sapere se potranno rientrare a casa oppure se dovranno stare in quarantena. Della manifestazione di ciclismo fanno parte i quattro atleti bresciani Imerio Cima, Cristian Scaroni, Andrea Garosio e Jakub Mareczko. Al momento sono tutti nelle loro stanze di albergo e domani, domenica 1 marzo, sarebbero dovuti rientrare in Italia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.