Quantcast

Coronavirus, dichiarato stato d’emergenza nazionale

Chiuso il traffico aereo da e per la Cina. Confermati due casi: si tratta di una coppia di turisti che proviene da Wuhan.

Più informazioni su

(red.) Il consiglio dei ministri, nella mattinata di venerdì 31 gennaio, ha dichiarato lo stato di emergenza della durata di sei mesi a causa del rischio sanitario connesso al coronavirus. E’ stato stanziato anche un budget di 5 milioni di euro, che saranno utilizzati per la prevenzione. Chiuso il traffico aereo da e per la Cina. Allertata la protezione civile.
“Alla luce della dichiarazione di emergenza internazionale dell’Oms”, ha dichiarato il ministro della Salute, Roberto Speranza, “abbiamo attivato gli strumenti normativi precauzionali previsti nel nostro Paese in questi casi, come già avvenuto nel 2003 in occasione dell’infezione Sars. Le misure assunte sono di carattere precauzionale e collocano l’Italia al più alto livello di cautela sul piano internazionale”.

Intanto il ministero ha confermato che ci sono due casi di coronavirus in Italia. Una coppia di turisti cinesi, provenienti proprio da Wuhan, che erano atterrati a Milano il 23 gennaio, prima di arrivare 4 giorni fa in un hotel della capitale. La coppia, ricoverata allo Spallanzani, aveva fatto anche una tappa a Parma. Non sarebbe finita qui, però, dato che c’è un altro caso sospetto: un minorenne residente in provincia di Treviso, rientrato da un viaggio in territorio cinese.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.