Defibrillatori nelle stazioni metro

I macchinari posizionati in tutte le 17 fermate. Possono essere usati solo da chi ha seguito un corso di formazione. In autunno arriveranno altri.

Defibrillattori Bs(red.) Il Comune di Brescia e Brescia Mobilità hanno finito di installare i defibrillatori semiautomatici in tutte le diciassette stazioni della metropolitana. Una soluzione per poter intervenire subito sui chi viene colpito da un arresto cardiaco tra le zone più frequentate della città, come appunto i convogli e le fermate. Gli strumenti sono posizionati vicini alle macchinette per convalidare i biglietti, in modo da essere visibili ai passeggeri. In ogni caso potranno essere solo gli addestrati a usarlo in caso di bisogno. Per questo motivo Brescia Mobilità entro la fine di luglio terminerà il corso di formazione con 46 agenti che stazionano negli accessi della metro. Può essere usato anche da chi dimostra di aver seguito un corso con altre associazioni di volontariato. Il sistema è predisposto in modo che all’uso del defibrillatore parta un segnale all’Areu per inviare sul posto dei mezzi di soccorso.
Dal punto di vista medico, intervenire entro i primi sei minuti su un paziente che ha avuto un infarto è fondamentale è può salvare un terzo delle vite. L’iniziativa è stata presentata giovedì 16 luglio dal presidente di Brescia Mobilità Carlo Scarpa con il direttore generale Marco Medeghini e il presidente di Metro Brescia Ettore Fermi. La spesa totale impiegata per l’acqua è stata di circa 35 mila euro, mentre il sindaco Emilio Del Bono ha annunciato che da settembre ne saranno posizionati altri in città. Saranno fuori da dodici farmacie, sulle auto della polizia locale e negli uffici comunali di piazza Repubblica, via Marconi e altri, mentre è già presente in piazza Loggia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.