Quantcast

Ebola, «Civile pronto all’emergenza»

Le rassicurazioni del direttore generale Ezio Belleri di fronte ad un eventuale rischio di contagio da virus.

Più informazioni su

(red.) Gli Spedali Civili di Brescia sono pronti a fronteggiare un’eventuale emergenza Ebola.
Le rassicurazioni vengono dal direttore generale dell’azienda ospedaliera, Ezio belelri, interpellato sulle capacità di risposta del nosocomio cittadino di fronte ad un’eventuale epidemia.
«Adottiamo i protocolli internazionali e li aggiorniamo in continuazione». Queste le parole di Belleri al termine di una riunione operativa convocata a Milano dai vertici dell’assessorato regionale e, anche, a corollario del falso allarme scattato al Civile dove un immigrato si era presentato accusando sintomi secondo lui riconducibili al virus. Come ha spiegato il direttore generale, il protocollo è scattato automaticamente e sono state eseguite le procedure corrette nell’affrontare un sospetto caso di contagio da ebola, che invece poi si è rivelato essere malaria.
«Siamo pronti- ha detto Belleri- a reagire in maniera opportuna e corretta».
Da alcune settimane, poi, sono partiti i corsi di formazione e una tre giorni di aggiornamento e simulazione è fissata fra il  29ed il 31 ottobre per il personale di pronto soccorso e Infettivi del Civile, ma anche presso le strutture ospedaliere di Montichiari, Gavardo, Ospedale dei bambini e laboratori.

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.