Stamina, dimessa Sofia: «Sta molto male»

I genitori della bimba al centro del caso per le cure col metodo Stamina agli Spedali Civili di Brescia chiedono un dialogo con il Governo.

(red.) Sofia de Barros, la bambina al centro del caso per le cure col metodo Stamina agli Spedali civili di Brescia, è stata dimessa dall’ospedale pediatrico di Firenze dopo tre giorni di ricovero. Ma sta molto male. Lo ha spiegato il padre, Guido, a margine di un’iniziativa dell’associazione Voa Voa a Firenze.
«Di comune accordo coi medici abbiamo deciso che potesse tornare a casa. Sono stati fatti tantissimi esami strumentali per arrivare ad una diagnosi di quale potesse essere il problema che le recava quel disagio, quei disturbi che si supponeva originassero l’opistotono, questa rigidità alle ossa e alle articolazioni».
«Tutti gli esami dell’addome – ha continuato de Barros – urine, rx eccetera sono nella norma. Purtroppo si tratta della degenerazione neurologica. Sofia potrebbe stare meglio se avesse avuto in questi sette mesi la terapia delle staminali alla quale ha diritto. Come Sofia – ha aggiunto de Barros- ci sono tantissimi bambini e tantissime famiglie come la nostra e vogliamo il rispetto del diritto alla cura per tutti loro».
«Sicuramente adiremo ancora le vie legali e tutte le strade possibili e immaginabili. Stiamo lavorando alle prossime tappe. I binari sono due: la sensibilizzazione e l’aspetto legale, che ha i suoi tempi. E’ una battaglia lunga», ha detto ancora il padre di Sofia, assicurando che col governo invece «noi cercheremo come sempre abbiamo cercato un dialogo. Speriamo che il governo accetti di dialogare anche con una semplice famiglia e anche con un bambino che ha una malattia rara».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.