Quantcast

Brescia, un’ azalea per combattere il cancro

Sabato 11 maggio torna l'iniziativa di Airc nelle piazze bresciane per dare nuovo impulso alla battaglia contro i tumori femminili.

Più informazioni su

(red.) Airc tornerà nelle piazze bresciane domenica 11 maggio con ‘L’azalea della Ricerca’ che quest’anno festeggia trent’anni di pregressi nella cura dei tumori femminili. Ventimila volontari, affiancati da numerosi ricercatori, distribuiscono in 3600 piazze circa 600 mila piantine di azalea, simbolo della battaglia contro i tumori femminili.
Con un contributo minimo di 15 euro si può contribuire alla ricerca e, al contempo, fare un dono gradito in occasione della festa della mamma. «In questi trent’anni AIRC, con i suoi sostenitori, ha dato un contributo straordinario al progresso della ricerca nel campo dei tumori femminili” – sottolinea Maria Ines Colnaghi, Direttore Scientifico AIRC – Solo nel 2013 l’investimento di AIRC in questo settore ha superato i 9 milioni di euro. L’obiettivo della giornata dell’Azalea è raccogliere 9 milioni di euro per garantire la continuità di oltre 90 progetti di ricerca già attivi in quest’area».
Nell’ultimo trentennio la salute delle donne è cambiata radicalmente. Nonostante l’aumento di incidenza di alcune forme di cancro – legato a errati stili di vita e all’allungamento dell’età media – oggi si registra un tasso di curabilità molto elevato: basti pensare che la sopravvivenza a 5 anni nelle donne colpite da tumore al seno arriva all’85 per cento e al 68 per cento per il tumore della cervice uterina. Tra le conquiste della scienza a favore delle donne ricordiamo la chirurgia sempre meno invasiva (in particolare per il cancro del seno), terapie con minori effetti collaterali (in particolare nei confronti della fertilità, che può essere conservata con un’attenta programmazione della cura) e una grande attenzione agli aspetti psicologici, con lo sviluppo della psiconcologia, che affianca a pieno titolo le cure del corpo. Infine non bisogna dimenticare l’importanza della messa a punto di strumenti di prevenzione come il vaccino contro il virus del papilloma umano (HPV) che in futuro incideranno in modo consistente sul numero di tumori della cervice.
Nella pubblicazione che accompagna l’azalea ci sono i consigli degli esperti da adottare per la prevenzione e la diagnosi precoce dei tumori che colpiscono le donne.
A Brescia le postazioni saranno: giovedì 8 maggio: Poliambulanza   h 8-16; Spedali Civili- ingresso principale   h 8.30 – 13; Spedali Civili – satellite  h 8.30 – 13; Città di Brescia  h 8 – 16, venerdì 9: Poliambulanza   h 8-16; Spedali Civili- ingresso principale   h 8.30 – 20; Spedali Civili – satellite      h 8.30 – 13; sabato 10: p.zza Arnaldo  h 9-19  (portici Granaio); c.so Zanardelli  h 9- 19  ( davanti alla Feltrinelli ) domenica 11:  p.zza Arnaldo  h 9-13  (portici Granaio);  C.so Zanardelli  h 9- 13  (davanti alla Feltrinelli).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.