Stamina, il Civile riprende infusioni?

Per rispettare le ordinanze dei tribunali, la fondazione disponibile a ricominciare il 5 maggio. Guariniello: "Non è tema di mia compentenza".

(red.) «Stiamo valutando il da farsi in previsione dell’ipotizzata disponibilità di Stamina a riprendere l’attività a partire dal 5 maggio come indicato da Davide Vannoni».
Lo dichiara il direttore degli Spedali Civili di Brescia Ezio Belleri, all’indomani della notifica di chiusura dell’indagine, che ha coinvolto anche cinque medici bresciani. «Da inizio aprile i clinici hanno comunicato all’azienda di non voler proseguire nella somministrazione del trattamento fino a quando non ci saranno i risultati del comitato scientifico». Da parte sua, il Pm Raffaele Guariniello ha spiegato che la ripresa delle infusioni non è una questione di sua competenza. «Sto promuovendo un’azione penale e non mi occupo di questioni che non sono di mia competenza. Seguo gli aspetti penali della vicenda. E le conclusioni sono quelle contenute nel l’avviso di chiusura indagine notificato».

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.