Quantcast

«L’acqua è davvero potabile o no?»

A2A e giunta rassicurano i cittadini e mostrano i risultati confortanti delle ultime analisi. Ma i residenti del condominio di via Razziche chiedono nuove verifiche.

(red.) L’acqua dei rubinetti cittadini si può bere o no? Questa è la domanda che i bresciani ancora si pongono, in preda ai timori solo parzialmente fugati dalle ulteriori analisi di A2A nell’acquedotto.
L’ultimo allarme è quello di via Razziche, dove, poche settimane fa, nell’acqua nel rubinetto di un condominio erano stati registrati valori di cromo esavalente notevolmente fuori norma. Il sindaco Emilio Del Bono e la dirigenza di A2A si sono spese più volte a sottolineare la potabilità dell’acqua bresciana. Per surrogare le loro affermazioni hanno compiuto nuove rilevazioni in cui i valori erano perfettamente in regola.
Ma allora come si spiegano quei 65 microgrammi/litro emersi dai controlli fatti da alcuni residenti del complesso residenziale di San Bartolomeo? Intanto i condomini hanno interpellato l’amministratore del palazzo Claudio Ventriglia, che promette nuove analisi.  All’ingresso nella proprietà privata le indagini dei giorni scorsi hanno confermato la potabilità. Se l’acquedotto è nella norma, i problemi potrebbero nascondersi nell’impianto delle palazzine o essere legati alla presenza di un pozzo di approvvigionamento sconosciuto che influisce sulla qualità dell’acqua.
«Sceglierò un laboratorio fuori dalla provincia di Brescia per fare ulteriori verifiche -dice Ventriglia -. Dopo di che decideremo il da farsi con A2A». E intanto la preoccupazione non si dissolve e resta alta in tutta la città.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.