Accordo fra ministero e Università di Brescia

Il 14 aprile prossimo il ministro Lorenzin sarà in città per siglare una convenzione con la facoltà di Medicina in favore della ricerca e della formazione.

(red.) Salute e benessere. Di questo si è parlato giovedì nella sede del Rettorato della facoltà di Medicina di Brescia durante la presentazione della sesta edizione di «Skeletal Endocrinology», congresso promosso dalla Società europea di Endocrinologia e dal Gioseg e che si svolge venerdì 28 e sabato 29 marzo a Medicina.
E di salute e benessere si continuerà a parlare anche nei prossimi giorni. “Health and Wealth” è infatti il nome emblematico del progetto dell’università che coinvolgerà anche il Ministero della Salute.
Proprio in merito al progetto il 14 aprile sarà a Brescia il  ministro Beatrice Lorenzin, che incontrerà i vertici accademici e siglerà la convenzione con l’università. Dietro tale accordo si cela il comune intendo nel prossimo decennio di svolgere azione di ricerca e formazione. Ovvero, farà convergere i propri sforzi sullo studio di salute e benessere delle persone e dell’ambiente.
All’incontro di giovedì erano presenti il rettore Sergio Pecorelli, Andrea Giustina, professore ordinario di Endocrinologia, Roberto Maroldi, direttore della Cattedra di Radiologia e Alfredo Berruti, direttore dell’Oncologia medica. E proprio di ossa si è discusso. «Servono formazione ed informazione -ha detto Pecorelli-, perché la prevenzione dell’osteoporosi inizia dai primi anni di vita, con un’alimentazione corretta e completa. Non solo farmaci, dunque, ma anche stili di vita servono a mantenere in salute le nostre ossa, basti pensare al ruolo fondamentale dell’alimentazione o della vitamina D sulla salute -ha detto Pecorelli ».Temi che verranno approfonditi nella pagina della medicina che verrà pubblicata martedì prossimo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.