Stamina, Maroni: “Faremo chiarezza”

Partita l'ispezione in vista dell'incontro con il ministro Beatrice Lorenzin. Il governatore: "Continueremo a investire in ricerca con la R maiuscola".

Più informazioni su

(red.) «E’ una vicenda per la quale la Regione Lombardia non ha mai rilasciato autorizzazioni, ma vogliamo ugualmente seguire questo problema con grande attenzione».
Lo ha detto il governatore lombardo Roberto Maroni 
rispondendo ad una domanda sulla sperimentazione cosiddetta Stamina agli Spedali Civili di Brescia, a margine della cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico dello Iuss (l’Istituto universitario di studi superiori) a Pavia. Maroni ha avviato in Regione un’ispezione per verificare le responsabilità del Pirellone nella vicenda, una decisione che ha destato non poche polemiche da parte dell’opposizione. Il consigliere Pd Gian Antonio Girelli, ad esempio, aveva accusato Maroni di voler scaricare tutte le colpe sul Civile.
Giovedì 30 gennaio, Maroni dovrebbe incontrare il ministro della salute, 
Beatrice Lorenzin, proprio sul “caso Stamina”. «Da parte nostra naturalmente, ci impegneremo sempre a sostenere la ricerca con la “R” maiuscola», ha concluso il governatore lombardo. 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.