Quantcast

Stamina, «protocollo copiato in più parti»

Secondo la commissione scientifica parte del testo consegnato al ministero proverrebbe da articoli di altri ricercatori e addirittura da Wikipedia.

(red.) L’accusa è di quelle pesanti anche per uno studente del liceo.
Secondo il Comitato scientifico nominato dal ministero della Salute per fare chiarezza sul caso Stamina, il protocollo presentato sul metodo di cura con cellule staminali di Davide Vannoni sarebbe stato copiato in più parti. La descrizione delle malattie e della sintomatologia sarebbe stata presa da due articoli di ricercatori scientifici e in alcuni casi addirittura copia-incollata da Wikipedia. Ma non è finita qui. A quanto riferisce un’agenzia dell’Ansa, i protocolli presentati al ministero e all’ospedale Civile sarebbero diversi e non raffrontabili. Nel primo caso il protocollo conterrebbe le indicazioni per somministrare il preparato cellulare ai pazienti affetti da sclerosi laterale amiotrofica, bulbare e atrofia muscolare spinale.
Solo al Civile sarebbe stata consegnata la descrizione per ottenere neuroni dalle staminali. Nel frattempo, ieri, presso la Commissione Sanità del Senato è stata avviata l’indagine conoscitiva sulla vicenda Stamina, che secondo la presidente Grazia De Biasi, dovrebbe arrivare a un verdetto nel giro di un paio di mesi. «Faremo un lavoro rigoroso», ha detto la senatrice Elena Cattaneo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.