Valvestino, il rogo ha già bruciato 140 ettari di bosco

Si è allargato il fronte delle fiamme divampate nella notte. Sul posto due elicotteri regionali e un canadair.

Più informazioni su

(red.) Si sta ampliando il vasto rogo che ha interessato la Valvestino dalla mattinata di lunedì 28 marzo.
Il fronte delle fiamme ha già raggiunto circa 140 ettari. Le fiamme sono divampate sul monte “bocca di Valle”, in località Denai. Per tutta la notte è rimasto in zona un presidio di vigili del fuoco a protezione di alcune abitazioni. Sul posto due autobotti del comando di Brescia, che stanno riempiendo le vasche dove tre elicotteri regionali si alternano per pescare l’acqua. In attività anche un Canadair oltre a personale volontario Aib, il tutto coordinato da Dos Aib e Dos dei vigili del fuoco.
Attualmente sono in corso due eventi rilevanti, oltre a quello in Valvestino, un rogo è scoppiato nel comune di Vezza d’Oglio: l’incendio interessa una vasta porzione di bosco su due versanti della Cima Rovaia, in Val Grande. Sul posto sta operando una squadra di vigili del fuoco con due mezzi. La situazione viene costantemente monitorata dalle squadre di vigili del fuoco e dai volontari Aib.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.