Pontoglio, incendio in una palazzina: quattro famiglie sfollate

Il rogo era divampato sabato alle 18, forse per una scintilla dal camino. Ieri sopralluogo dei vigili del fuoco.

(red.) L’importante è che nessuno sia rimasto ferito o intossicato, ma dal tardo pomeriggio di sabato 15 febbraio quattro famiglie residenti a Pontoglio, nella parte occidentale della provincia di Brescia, sono senza casa. Colpa di un incendio divampato in uno stabile in via Montonale presente nel centro del paese, tra la piazza e i centri di aggregazione. Le fiamme, le cui cause sono ancora da accertare, hanno distrutto e fatto crollare buona parte del tetto da 200 metri quadrati.

L’allarme era stato lanciato intorno alle 18 facendo intervenire sul posto i vigili del fuoco che avevano portato all’esterno e in salvo tutti i residenti. Si tratta della famiglia del proprietario del palazzo e di altre tre che alloggiano in affitto. Appurato che nessuno fosse rimasto ferito, gli operatori antincendio hanno impiegato diverse ore per spegnere il rogo.

Al termine delle operazioni, quando ormai era sera, gli appartamenti sono stati dichiarati inagibili e portando i residenti a farsi ospitare in casa di parenti o negli alberghi della zona. Nel frattempo ieri, domenica, i vigili del fuoco sono tornati alla palazzina per svolgere un altro sopralluogo e ricostruire le cause dell’incendio. Non è escluso che l’accensione di un camino abbia provocato una scintilla innescando poi il rogo nel sotto tetto di legno e quindi fino alla copertura ridotta in cenere.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.