Brescia, palazzina inagibile dopo incendio: dodici famiglie fuori casa

Tra le possibili cause un giaciglio o una stufa accesi da un senza tetto che trascorreva le notti nello scantinato.

(red.) E’ stata dichiarata inagibile la palazzina di quattro piani al civico 23 di via Zendrini a Brescia, in città, coinvolta dall’incendio divampato nella notte tra giovedì 9 e ieri, venerdì 10 gennaio. E come risultato, dodici famiglie residenti, la maggior parte straniere, sono state costrette a trovare un’altra sistemazione e molte di loro sono ospiti di un albergo individuato dal Comune. L’allerta era scattata intorno alle 3 quando gli inquilini della vecchia struttura, presente in una strada chiusa e a due passi dai binari dove transitano i treni, hanno notato le fiamme e il fumo che saliva dallo scantinato lungo la tromba delle scale.

Subito sul posto si sono mossi i vigili del fuoco con alcune Volanti della Polizia di Stato per domare l’incendio, ma anche evacuare i residenti e metterli al sicuro. Sette di loro, vittime di una lieve intossicazione, hanno dovuto fare ricorso all’ospedale, ma nessuno di loro presenta particolari complicazioni. Nel corso dello spegnimento del rogo si è accertato che all’interno degli appartamenti non fosse rimasto nessuno, ma nel frattempo è partita anche la corsa nel cercare le cause dell’incendio.

Pare che un senza tetto, come viene confermato da qualche residente, passasse le notti proprio negli scantinati e come rifugio. Forse un giaciglio di fortuna o una stufa accesi dal clochard potrebbero essere andati fuori controllo o incorsi in un corto circuito che ha provocato le fiamme. Al momento il dato certo è che le famiglie residenti, di cui anche una con una donna incinta, devono restare fuori casa nell’attesa anche che la palazzina venga rimessa in sicurezza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.