Sale Marasino, quattro sfollati dopo l’incendio in casa

Le fiamme divampate lunedì notte, forse per un guasto alle luminarie, hanno bruciato 200 metri quadri di tetto.

(red.) Nel periodo natalizio i vigili del fuoco a livello nazionale avevano lanciato la campagna “Non bruciare il Natale” per consigliare a chi aveva montato le luminarie o alberi di Natale in casa di spegnere durante le ore notturne per evitare guai. E sarebbe proprio questa la causa dell’incendio che nella notte tra lunedì 6 e ieri, martedì 7 gennaio, ha colpito l’abitazione disposta su due piani in via Pozzacher a Sale Marasino, nel bresciano.

Una presa di corrente elettrica alla quale sarebbero state attaccate le luminarie avrebbe avuto un corto circuito. E da questo si sono sprigionate le fiamme che hanno colpito anche alcune sedie all’ingresso al secondo piano, fino a raggiungere il sottotetto in legno e poi la copertura.

I proprietari della casa si sono accorti del rogo e hanno chiesto l’intervento dei vigili del fuoco facendo arrivare quelli da Darfo Boario Terme, Brescia e di Sale Marasino. Le operazioni di spegnimento sono andate avanti quasi fino all’alba. E come risultato, il tetto è rimasto senza 200 metri quadrati di superficie, mentre quattro persone residenti nell’edificio sono state evacuate a causa dei danni ingenti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.