Vezza d’Oglio, camino si riscalda: incendio sul tetto

Lunedì sera e fino a notte fonda i vigili del fuoco hanno lavorato per domare il rogo e rendere sicuro lo stabile.

(red.) Quello intorno a questi giorni di dicembre è un periodo in cui, con il riscaldamento acceso, i vigili del fuoco spesso sono chiamati a risolvere dei danni. In primis, dovuti a un cattivo funzionamento delle canne fumarie o alla scarsa pulizia. Un esempio del genere si è presentato lunedì sera 9 dicembre a Vezza d’Oglio, in Valcamonica, nel bresciano. Infatti, quando erano circa le 23 è divampato un incendio sul tetto di una palazzina a due passi dalla statale e quindi ben visibile nella notte.

Chi passava di lì in quel momento e ha notato le fiamme ha subito allertato i vigili del fuoco mobilitando diverse forze di Vezza, da Edolo e Darfo Boario Terme. Gli operatori antincendio hanno lavorato fino a notte fonda per domare le fiamme. E la causa sarebbe dovuta a un surriscaldamento del camino collegato a una stufa a pellet. Parte del tetto è andato distrutto nel rogo prima che la struttura venisse messa in sicurezza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.